insalata di miglio

MIGLIO

E’ un cereale che la maggior parte delle persone conosce solo come mangime per gli uccellini domestici. In realtà questi piccolissimi chicchi sono molto preziosi anche per l’organismo umano, lasciate quindi liberi gli uccellini e siate voi a mangiare il miglio (non il loro, ma quello che si vende per gli umani naturalmente 😉

Anticamente il miglio veniva consumato quasi quotidianamente insieme ad altri tipi di cereali, legumi e verdure anche perché si poteva conservare per lungo tempo.

Quali sono le sue proprietà? La lista è lunga: Facilmente digeribile Ricco di Sali minerali (per citarne alcuni: ferro, magnesio, silicio, potassio, calcio) Fornisce un ottima quantità di carboidrati e una discreta dose di aminoacidi (future proteine) facilmente assimilabili Contiene vitamine del gruppo B, A, E Quello decorticato non contiene glutine, è adatto quindi anche ai celiaci Grazie alla presenza di acido silicico è un grande alleato di pelle, denti, capelli e unghie E’ diuretico ed energizzante Combatte depressione, stanchezza, anemia e stress E’ adatto anche ai bambini (famose sono le pappette di miglio!) Consigliato anche in gravidanza dato che sembra avere un potere antiabortivo

UTILIZZO IN CUCINA

Il miglio è abbastanza rapido da cucinare e non ha bisogno di ammollo. E’ importante non lessarlo e scolarlo per evitare di gettare via con l’acqua tutte le proprietà ma è buona cosa cuocerlo in una casseruola aggiungendo il doppio di acqua rispetto alla quantità di cereale che volete preparare lasciando cuocere lentamente per 15/20 minuti. Si può mangiare in tanti modi ma, una volta cotto, grazie alle presenza dell’amido si presta molto bene a realizzare sformati, crocchette o polpette insieme a verdure, spezie o a quello che più preferite. Una ricetta ottima che ho già sperimentato la trovate qui. Non è necessario aggiungere l’uovo (io non l’ho messo) basta un po’ di pangrattato per condensare meglio il tutto e poi, se le gradite, potete aggiungere un po’ di curcuma o altre spezie. Con il miglio si prepara anche un ottimo latte vegetale, alternativa validissima a quello vaccino! Potete trovarlo nei negozi di alimentazione naturale ma anche prepararlo da soli in casa.

Ecco un condensato di notizie su questo cereale che ancora oggi si usa poco ma che è molto versatile per preparazioni salate e dolci.

Io vi propongo un modo semplice di prepararlo e che vi assicura di avere anche la cena il giorno seguente. Basta trasformare  l’insalata in splendide e golose  arancinette!

Ingredienti I Cena per 4 persone:

300 g di miglio

1 barattolo di verdure per insalata di riso

Verdure grigliate: peperoni, zucchine

20 carciofini soot’olio

1/2 barattolo di funghi champignon sott’olio

1 mazzetto di erba cipollina

Olio e.v.o. e sale qb

 

Ingredienti II Cena per 4 persone:

Insalata di miglio rimasta dal giorno precedente

150 g mozzarella fior di latte

400 g pangrattato senza glutine

Qualche cucchiaio di farina senza glutine

Acqua qb

1 l Olio di semi di arachidi

Preparazione Insalata:

non starò qui a descrivervi come fare una insalata di riso, il modo è lo stesso. Per la cottura del miglio testatevi intorno ai 10/12 minuti di cottura in acqua bollente dopo averlo sciacquato. Il segreto di una buona insalata è condire con aromi freschi per cui..divertitevi a sceglierli.

Preparazione arancinette: scolare bene la mozzarella e tagliatela a cubetti e aggiungere all’insalata di miglio rimasta dal giorno precedente. Formare delle palline. In una ciotola con la farina aggiungere acqua fino ad ottenere un composto denso, non liquido, da spargere sulle palline di miglio. Coprire il tutto con il pangrattato e friggere in olio caldo. Buon appetito!

arancinette miglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *